Bollettino Covid-19: i casi in Italia alle ore 18 del 30 marzo

Visione consentita ai minori

Covid-19, il bollettino di oggi 30 marzo 2021 –  oggi si registrano 16.017 nuovi casi su 301mila tamponi. Sono purtroppo 529 i decessi registati nelle ultime 24 ore. Intanto dal ministero della salute è arrivata l’attesa ordinanza che dispone la quarantena anche per arrivi e rientri dai Paesi dell’Unione Europea. Come già previsto per tutti i Paesi extra Eu è necessario un tampone negativo in partenza, una quarantena di 5 giorni e un ulteriore tampone alla fine dei 5 giorni. L’ordinanza segue le polemiche circa la possibilità di viaggiare all’estero a dispetto delle chiusure regionali previste invece in Italia.

 INDICE

Bollettino Covid-19 i casi in Italia alle ore 18 del 30 marzo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)

Loading...

Vedi anche il bollettino precedente 29 marzo 2021.

Guarda anche la lista completa mese per mese di tutti i bollettini Covid-19, giorno per giorno, utile per una ricerca scolastica, uno studio statistico, ecc.

Top List Bollettini Covid-19 – Anno 2020:

Top List Bollettini Covid-19 – Anno 2021:

Le zone arancioni e rosse in Italia fino a lunedì 30 marzo

Che cosa si può fare in zona arancione.

Gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22 ma con autocertificazione; sarà vietato uscire dal proprio comune. I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno, consentito l’asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Consentito lo sport non di contatto come il tennis

LE ZONE IN AREA GIALLA:

Che cosa si può fare in zona gialla.
Da lunedì 15 marzo e fino al 30 aprile la zona gialla è sospesa: valgono pertanto le prescrizioni della zona arancione. Per domani e Domenica, ultimi giorni in area gialla, sarà possibile muoversi dalle 5 alle 22. Nei bar consentito l’asporto fino alle 18. Ristoranti aperti fino alle 18 poi solo asporto o consegna a domicilio. Sarà possibile frequentare i musei ma non nei festivi (fino al 30 marzo). Consentito spostarti in visita a parenti e amici al massimo in due persone più gli under 14 e eventuali disabili a carico. Restano sospesi gli spostamenti tra le regioni anche dello stesso colore

LE ZONE IN AREA BIANCA:

Che cosa si può fare in zona bianca.
Non vale la prescrizione del nuovo Dl 12 marzo. Inoltre secondo quanto prescritto dal Dpcm 2 marzo decade il coprifuoco. Le attività di ristorazione avranno la possibilità di apertura serale fino alle 23, i bar fino alle 21. Aperti nei fine settimana anche i centri commerciali. Riaprono musei, teatri, cinema, palestre, piscine e università.

Ricordiamo che il 3-4-5 aprile tutta Italia sarà zona rossa ad eccezione di eventuali regioni in zona bianca. Fino al 6 aprile bar, ristoranti e scuole medie e superiori saranno chiuse in tutta Italia, salvo i territori in zone bianca.

Le zone arancioni e rosse la settimana di Pasqua

Classifica regioni zone rosse 30 marzo 2021-1

 Coronavirus, le ultime notizie

Le misure anti-Covid sono in scadenza il prossimo 6 aprile e il governo lunedì presenterà alle Regioni la proroga dei divieti anti contagio almeno fino al 30 aprile. Si punta invece alla riaperture della scuola dell’infanzia e delle primarie nelle zone rosse. Qui tutto quello che c’è da sapere sul nuovo decreto legge.

Bollettino Covid-19 del 30 marzo della Protezione Civile

  • Nuovi casi: 16.017 (ieri 12.916)
  • Casi testati: 89797
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): — (ieri 156.691)
    • molecolari: —
    • rapidi: —
  • Attualmente positivi:  562.832 (-3.161)
  • Ricoverati: 29.231, +68
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 3.716, -5, 269 nuovi (ieri +42, 192 nuovi ingressi.)
  • Totale casi positivi dall’inizio della pandemia: 3.561.012
  • Deceduti dopo Covid test positivo: 108.879 + 529 (ieri +417)
  • Totale Dimessi/Guariti: 2.889.301 (+18.687)
  • Vaccinati: 3.037.122 ( 9.658.927 dosi somministrate) 
    si tratta del 85.9% delle 7.668.180 dosi consegnate da Pfizer e delle 826.600 consegnate da Moderna al 30 marzo. La campagna vaccinale dedicata agli over 80 non in Rsa ha coinvolto oltre 3.123.188 i “nonni” che hanno avuto almeno una dose del vaccino Pfizer/Moderna. Con i 2.474.000 vaccini AstraZeneca destinati alla fase 3 sono stati coinvolti 224mila uomini delle forze armate e 973mila docenti e non docenti del personale scolastico. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Ieri somministrate 224mila dosi (di cui 62mila seconde dosi) rispetto alle 300mila auspicate.
bollettino coronavirus oggi 30 marzo 2021

In Lombardia più di 3 mila positivi, crescono i ricoveri

Mentre proseguono le vaccinazioni in regione, continua la lotta alla pandemia. La Regione Lombardia e la Protezione Civile, come di consueto, hanno fornito i numeri ufficiali del giorno nel tardo pomeriggio. Martedì 30 marzo in Lombardia si sono trovati 3.271 nuovi positivi nelle ultime 24 ore, con un tasso di positività del 7,3% rispetto ai tamponi effettuati (44.289). Dei tamponi fatti 23.728 erano molecolari e 20.561 antigenici. Ora il totale complessivo dei tamponi fatti dall’inizio della pandemia è di 8.113.066. Le vittime delle ultime 24 ore sono 85. Le persone morte da febbraio 2020 ad oggi sono 30.635 in totale.

Dei nuovi positivi 75 sono considerati ‘debolmente positivi’. Diminuisce il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva, – 8. Ora sono 862 i pazienti nel reparto più delicato. I ricoverati negli ospedali, invece, aumentano di 115 unità. Il totale complessivo delle persone in ospedale (nei reparti normali) sono 7.109.

Nella Città Metropolitana di Milano, i nuovi positivi sono stati 897, di cui 394 nella città di Milano. A Bergamo: 130; a Brescia: 431; Como: 368; Cremona: 135; a Lecco: 83; Lodi: 61; a Mantova: 134; Monza e Brianza: 204; Pavia: 95; a Sondrio: 24; e a Varese: 651.

bollettino coronavirus Lombardia 30 marzo 2021

In Lazio – Roma, sono quasi 200 nuovi casi a Roma città

Quasi 200 nuovi casi di Coronavirus in più rispetto alle 24 ore precedenti, con 23 positivi in meno a Roma città. Sono 1593 i casi di Covid19 registrati nel Lazio alla giornata di oggi, martedì 30 marzo 2021. Come comunicato dal consueto bollettino delle Aziende Sanitari Territoriali, nel complesso sono 856 i nuovi casi di SarsCov2 nella Capitale, 426 nei Comuni della provincia romana e 311 nel resto del territorio regionale. 

“Su oltre 14mila tamponi nel Lazio (+4609) e oltre 23mila antigenici per un totale di oltre 37mila test, si registrano 1593 casi positivi (+ 190), 32 i decessi (- 13) e +1696 guariti – il commento dell’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato -. Diminuiscono i decessi e le terapie intensive, mentre aumentano i casi e i ricoveri. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 4%. I casi a Roma città sono a quota 800. Dalla mezzanotte di domani aperte le prenotazioni per gli anni 67-66 (i nati nel 1955 e 1954). Bisogna mantenera alta l’attenzione”. 

Coronavirus Roma_ notizie, dati contagi e aggiornamenti oggi 30 marzo 2021

Coronavirus: il bollettino del 30 marzo 2021

Nel complesso, alla giornata del 30 marzo sono 51098 gli attuali casi positivi Coronavirus nella regione Lazio. Di cui 47690 sono in isolamento domiciliare, 3029 sono ricoverati non in terapia intensiva, 379 sono ricoverati in terapia intensiva. 6606 sono i pazienti deceduti e 225943 le persone guarite. In totale sono stati esaminati 283647 casi. 

Coronavirus a Roma: i dati del 30 marzo 2021

Nella Asl Roma 1 sono 424 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano cinque decessi con patologie. Nella Asl Roma 2 sono 285 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sei decessi con patologie. Nella Asl Roma 3 sono 147 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso con patologie. 

Nuovi contagi nei Comuni della provincia di Roma

Nella Asl Roma 4 sono 81 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl Roma 5 sono 162 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso con patologie. Nella Asl Roma 6 sono 183 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sei decessi con patologie. 

Covid19 nel resto del Lazio 

Nelle province si registrano 311 casi e sono tredici i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 87 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano quattro decessi di 71, 83, 88 e 91 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 124 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano cinque decessi di 50, 68, 71, 82 e 87 anni con patologie. Nella Asl di Viterbo si registrano 66 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl di Rieti si registrano 34 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano quattro decessi di 69, 84, 86 e 91 anni con patologie. 

Il bollettino dello Spallanzani del 30 marzo marzo 2021

All’Istituto Spallanzani di Roma sono ricoverati “210 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2”. Lo sottolinea il bollettino numero 425 dello Spallanzani. “Sono 37 i pazienti ricoverati in terapia intensiva – proseguono i medici – mentre i pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o in altre strutture territoriali sono, a questa mattina, 2262”.

Prenotazioni su piattaforma digitale 

In tema di vaccini si è tenuto lunedì un incontro “in Regione con Federfarma e l’Associazione delle Farmacie comunali è stato molto positivo. Siamo pronti, i cittadini potranno a breve prenotarsi sulla piattaforma regionale scegliendo la farmacia territorialmente più vicina con il loro codice fiscale e secondo le classi di età – le parole di Alessio D’Amato -. Si potranno fare almeno 20 vaccini al giorno in ciascuna delle mille farmacie aderenti come obiettivo iniziale, questo significa un potenziale di 20 mila vaccini al giorno complessivi. La distribuzione avverrà seguendo le modalità di distribuzione dei farmaci alle farmacie già presenti. Si tratta di un tassello molto importante nella campagna vaccinale, auspichiamo di poter iniziare le prenotazioni a metà del mese di aprile, se saranno garantite le dosi necessarie”.

Vaccinato il premier Draghi 

Stamani il Premier Draghi e la sua consorte hanno ricevuto il vaccino Astrazeneca attraverso la prenotazione online e secondo le modalità delle Regione Lazio – ha comunicato l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato – . Siamo stati onorati della sua presenza e tutto si è svolto regolarmente e con discrezione. E’ stato in fila come gli altri utenti e le operazioni si sono svolte nei tempi previsti e successivamente ha atteso tranquillamente il quarto d’ora di controllo. Al termine gli è stato consegnato a lui e sua moglie, come avviene per tutti, il promemoria della vaccinazione effettuata”.

Copertura del vaccino

Sulla durata della protezione conferita dal vaccino anti-Covid, “oggi nessuno ha la verità in tasca” e “io ho sempre paura delle asserzioni: noi immaginiamo 9-12 mesi, va però verificato. Ma non è un dramma, non è una cosa che ci deve preoccupare, perché noi questo virus siamo in grado di abbatterlo“. Così Francesco Vaia, direttore sanitario dell’Inmi Spallanzani di Roma, a ‘Non Stop News’ su Rtl 102.5. 

Gli anticorpi in grado di proteggerci durano al’incirca 6 mesi, noi immaginiamo, ma è un dato dovrà poi essere verificato – ha spiegato – Nelle pubblicazioni scientifiche” si osservano “protezioni che vanno dai 9 ai 12 mesi in doppia dose. Alcuni stanno pensando alla monodose che dura 6 mesi per andare avanti, perché abbiamo bisogno di più dosi. Noi probabilmente lo verificheremo a vaccinazione completata”.

In Puglia sono 1527 casi 35 e decessi, tasso di positività al 12,48%

In Puglia sono stati registrati 1527 nuovi casi di Covid su 12234 test effettuati, secondo il bollettino epidemiologico regionale del 30 marzo 2021. Il tasso di positività è del 12,48%, sostanzialmente stabile rispetto al 12,42% di sette giorni fa, in contesto settimanale simile (in quel caso vi furono mille tamponi circa in più). Salgono a 2127 (+27) i pazienti ricoverati nei reparti Covid.

Nel dettaglio, suddividendo per zone i casi rilevati, si segnalano 521 nuovi contagi in provincia di Bari, 147 in provincia di Brindisi, 163 nella Bat, 93 in provincia di Foggia, 242 in provincia di Lecce, 348 in provincia di Taranto, 3 casi di residenti fuori regione, 10 casi di provincia di residenza non nota. Sono stati segnalati 35 decessi: 11 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 3 nella Bat, 3 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Lecce, 12 in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.857.302 test. As oggi sono 139.513 i pazienti guariti mentre 46.776 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 191.050 così suddivisi: 74.934 nella provincia di Bari, 18.749 nella Bat, 13.908 nella provincia di Brindisi, 35.393 nella provincia di Foggia, 17.850 nella provincia di Lecce, 29.210 nella provincia di Taranto, 682 attribuiti a residenti fuori regione, 324 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

In Toscana sono 1180 casi, 32 morti e67 casi positivi tra Livorno e provincia

Sessantasette soggetti contagiati tra Livorno e provincia . Salgono quindi a 14.385 le persone risultate positive al SARS-CoV-2 da inizio emergenza nel territorio livornese, mentre in Toscana nelle ultime 24 ore si registrano in tutto 1.180 nuovi casi (ovvero 159 in più rispetto al precedente monitoraggio). 

Coronavirus Toscana, il rapporto tra casi positivi e tamponi

Confrontando i dati regionali con quelli di ieri, complessivamente si tratta tuttavia di una riduzione di casi in termini di percentuale se correlata al numero dei tamponi: esclusi quelli di controllo, è risultato infatti positivo il 13,85% dei 8.522 soggetti testati contro il 18,49% di ieri quando erano state testate 5.521 persone. Considerata invece la totalità dei tamponi molecolari e antigenici effettuati (25.093 contro i 12.087 di ieri), ovvero compresi anche i test di controllo, la percentuale di positività si attesta al 4,70% contro l’8,45% di ieri.

A proposito delle nuove positività, la Regione fa sapere che l’età media è di 44 anni circa ((il 19% ha meno di 20 anni, il 21% tra 20 e 39 anni, il 34% tra 40 e 59 anni, il 18% tra 60 e 79 anni, l’8% ha 80 anni o più)), mentre nel bollettino odierno non vengono fornite indicazioni a proposito di stati clinici ed altre particolari situazioni. Da segnalare anche 32 decessi, di cui uno a Livorno, con il totale che sale a 5.329: un dato comunque definitivamente superato dalle guarigioni complessive che, con le 1.148 di oggi, salgono a 160.617 (82,9% dei casi totali). 

Coronavirus Toscana: decessi, guarigioni, ricoveri e terapie intensive

Per quanto riguarda la situazione attuale, resta invariato il numero dei pazienti in cura in Toscana che sono 27.890 (+0% rispetto al +1,19% registrato ieri e al +0,94% del 28 marzo) in virtù dei 193.836 contagiati da inizio emergenza, 160.617  guarigioni virali (i cosiddetti “negativizzati”, risultati negativi al test ripetuto per due volte a distanza di 24 ore), nessuna guarigione clinica (senza più sintomi ma non ancora negativizzati) e 5.329 decessi

Da segnalare, infine, la situazione dei ricoveri che sono complessivamente 1.807 (13 in più di ieri e 38 in più del 28 marzo): tra questi sono 1.542 gli ospedalizzati ordinari (10 in più di ieri) e 265 in terapia intensiva (tre in più di ieri). In calo, infine, le persone in isolamento domiciliare (26.083, 13 in meno di ieri). 

In Campania i positivi sono 1.573 con 64 morti: 28 nelle 48 ore

I positivi al Covid-19 salgono a 333.700 totali per 1.573 nuovi casi su 15.289 tamponi molecolari esaminati in laboratorio (cui si aggiungono 5.286 antigenici), 3.563.733 dall’inizio della pandemia. Negli ultimi dieci giorni sono stati registrati dall’Unità di crisi 18.041 casi. Tra i nuovi positivi, 377 presentano sintomi evidenti, mentre 1.196 risultano asintomatici. In calo i nuovi contagi, da due giorni nettamente sotto la quota dei 2mila quotidiani, nelle ultime 24 ore anche con una ripresa dei tamponi, in calo invece il giorno precedente. Si impenna invece il numero delle vittime accertate dalle autorità sanitarie. Sono stati comunicati 64 morti per coronavirus in Campania, 28 nelle ultime 48 ore. Il totale è ora di 5.325 persone decedute dal marzo 2020. In 9 giorni sono state accertate complessivamente 428 decessi causati dal coronavirus in Campania. Negli ospedali cala il numero dei ricoverati in terapia intensiva nelle 24 ore: sono 163 secondo l’ultimo rapporto, 6 in meno. Sulla dotazione complessiva di 656 posti letto la disponibilità è di 493 sull’intera rete ospedaliera, ma ci sono plessi dove la concentrazione riduce la capacità di assorbimento della domanda.

Scende anche i degenti nei reparti ospedalieri dedicati al Covid: sono 1.587, con 14 ricoverati in meno rispetto al giorno precedente. La riserva è di 1.573 posti letto sui 3.160 disponibili in ambito regionale, sommando strutture pubbliche e private convenzionate. La Campania, seconda per numero di positivi attivi (96.662) sul territorio nazionale dietro alla Lombardia (102.691), resta nella zona rossa fino al 5 aprile, mentre scattano nuove misure in occasione della Pasqua (con l’Ordinanza n. 12 del 30 marzo 2021). Nel frattempo la Regione potenzia i centri vaccinali, in particolare a Capodichino, dove presso l’Hangar Avio 2 sono stati allestiti 30 box per somministrare 6.000 dosi al giorno. Mentre resta aperta la contesa sull’acquisto del vaccino Sputnik V, è in arrivo il Johnson & Johnson (in Italia il 19 aprile con oltre 3 milioni di dosi). Da oggi scatta l’obbligo di vaccinazione in Campania anche dei domiciliati senza residenza (leggi l’Ordinanza del Commissario per l’Emergenza Covid-19 N. 3/2021).

coronavirus-aggiornamento-campania-30-marzo

LA SITUAZIONE CLINICA: RIEPILOGO

L’Unità di crisi ha comunicato 64 vittime (28 sono deceduti nelle ultime 48 ore, 36 in precedenza ma registrati ieri). Sale a 5.261 il numero totale dei morti per il coronavirus in Campania dall’inizio dell’epidemia. Sono state dichiarate guarite 2.837 persone nelle 24 ore, per un totale di 235.743. Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio regionale, secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute alle ore 17, i pazienti ricoverati con sintomi in Campania sono 1.587 (-14) in terapia intensiva 163 (-6), mentre 93.763 (-1.142) si trovano in isolamento domiciliare. I casi attualmente positivi, cioè detratti i guariti e i deceduti, sono 95.533 (-1.129) contro 333.700 casi totali dall’inizio della pandemia.

POSITIVI AL CORONAVIRUS NELLE PROVINCE CAMPANE

Il Dipartimento della Protezione Civile ha diffuso alle ore 17 l’aggiornamento relativo ai casi positivi al coronavirus nelle province della Campania. I dati: a Napoli 194.974 (+761), a Salerno 54.551 (+189), a Caserta 52.752 (+137), ad Avellino 15.322 (+63), a Benevento 8.580 (+18). Il dato riferisce il riepilogo diffuso dalla Protezione Civile comprendente anche casi già noti ma solo ora confermati. Non sono riportati ulteriori casi in attesa del secondo tampone di conferma.

VACCINAZIONI ANTI COVID-19 IN CAMPANIA (AGGIORNAMENTO DEL 30 MARZO 2021 ALLE ORE 12): SOMMINISTRATE 815.980 DOSI

L’Unità di crisi ha comunicato i dati delle vaccinazioni in Campania aggiornati alle ore 12 del 30 marzo 2021. Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 815.980. Complessivamente sono stati vaccinati con la prima dose 571.617 cittadini. Di questi 244.363 hanno ricevuto la seconda dose.

vaccini-30

Per conoscere le restrizioni

Per saperne di più

Consulta le tabelle – Bollettino Covid-19 del 30 marzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com