Bollettino Covid-19: i casi in Italia alle ore 18 del 20 agosto

Visione consentita ai minori

Covid-19, il bollettino di oggi 20 agosto 2020 – sono 845 i casi registrati nelle ultime 24 ore. L’aumento rispetto a ieri è di 203 unità, invece il giorno precedente i casi erano 642. Sei i decessi, mentre mercoledì erano stati 7. Il totale dei morti sale così a 35.418. Il totale degli attualmente positivi è di 16.014 (+ 654 nelle ultime 24 ore), di questi 883 sono ricoverati con sintomi, 68 sono in terapia intensiva (+2) e 15.063 in isolamento domiciliare. Crescono anche i tamponi: 77mila, circa 6mila in più di ieri.

Vedi anche il bollettino precedente 19 agosto 2020.
Guarda anche la Top List del mese di Aprile, la Top List del mese di Maggio, la Top List del mese di Giugno, e la Top List del mese di Luglio, “ la lista completa di tutti i bollettini Covid-19, giorno per giorno di tutto il mese di aprile, di maggio e di giugno, utile per una ricerca scolastica, uno studio statistico, ecc. “.

Covid-19, il bollettino di oggi 20 agosto 2020 – sono  845 i casi registrati nelle ultime 24 ore.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)

Loading... 

Bollettino Covid-19 del 20 agosto della Protezione Civile

  • Positivi del giorno: 53 (*)
  • Tamponi del giorno: 2.381
  • Totale positivi: 5.456
  • Totale tamponi: 371.608
  • ​Deceduti del giorno: 0
  • Totale deceduti: 440
  • Guariti del giorno: 0

In Lombardia 154 nuovi casi

I nuovi casi di positività sono 154, di cui 30 ‘debolmente positivi’ a fronte di 13.757 tamponi effettuati, molti più di ieri. Si registrano 2 nuovi decessi. I nuovi guariti/dimessi da ieri sono 51, le persone in terapia intensiva sono 16, due in più di ieri.

In Lazio – Roma, a Roma 75 nuovi contagi, Nel Lazio 115 casi

Aumentano ancora i contagi da Coronavirus a Roma e nel Lazio. Nell’intera regione si sfonda quota 100, per un totale di nuovi casi che si attesta a 115. Di questi 75 i casi che riguardano Roma, 32 quelli in provincia e otto nelle altre province del Lazio. Del totale dei casi il 73% sono casi di importazione e il 37% dai rientri della sola Sardegna. E proprio in merito all’isola l’assessore alla Sanità della regione Lazio, Alessio D’Amato, ha parlato di “bomba virale”, sottolineando la necessità di effettuare test anche agli imbarchi. Gli altri casi di importazione provengono: nove casi dalla Spagna, quattro dalla Grecia, quattro dall’Emilia-Romagna, due da Malta, uno dall’Etiopia, uno dalla Croazia, uno dall’Ucraina e uno dall’India. 

D’Amato sottolinea

Nella paura che i numeri possono fare, D’Amato sottolinea anche i dati dell’Istituto superiore della sanità in base al quale il valore RT del Lazio è in calo a 0.7. 

“E’ assurdo tornare ai livelli di aprile per il mancato rispetto delle regole durante la movida”, spiega l’assessore. “Ci si può divertire in sicurezza”. Quindi parole di ringraziamento al personale sanitario: “Ringrazio il nostro personale sanitario per lo sforzo notevole lavorando con le tute a 40 gradi nei drive-in. Chiedo a tutti di rispettare il lavoro di medici e infermieri e l’enorme sforzo che stanno facendo i nostri professionisti sanitari per garantire la tutela della salute pubblica”.

I dati delle asl di Roma 
  • Nella Asl Roma 1 sono trentuno i casi nelle ultime 24h e tra questi ventiquattro sono di rientro, quindici dalla Sardegna, tre dalla Grecia, due da Malta, uno dalla Croazia, uno dalla Spagna, uno dall’Etiopia e uno dall’Emilia-Romagna. 
  • Nella Asl Roma 2 sono trentacinque i casi nelle ultime 24h e tra questi due sono contatti di un caso noto e isolato. Sedici sono di rientro, nove dalla Sardegna, tre dalla Spagna. Gli altri casi hanno l’indagine epidemiologica in corso. 
  • Nella Asl Roma 3 sono nove i casi nelle ultime 24h e tra questi sette sono di rientro tre dalla Spagna (due da Ibiza), due dall’Emilia-Romagna, uno dalla Sardegna e uno dall’Ucraina. 
Dati delle asl della provincia di Roma
  • Nella Asl Roma 4 (a Nord di Roma) sono 5 i casi nelle ultime 24h e tra questi due sono di rientro uno dalla Sardegna e tre sono contatti di casi già noti e isolati e si tratta di una bambina di 8 anni, una bambina di 15 anni e una donna di 28 anni. 
  • Nella Asl Roma 5 (a nord est di Roma) sono tre i casi nelle ultime 24h e si tratta di tre casi di rientro da una vacanza in Sardegna. Si registra un decesso di una donna di 87 anni presso il Policlinico Umberto I;. 
  • Nella Asl Roma 6 (a sud di Roma) sono ventiquattro i casi nelle ultime 24h e tra questi dodici di rientro dalla Sardegna e uno dalla Grecia, quattro casi individuati in accesso al pronto soccorso e quattro casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione. 
Le altre province del Lazio

Nelle province si registrano otto casi e zero decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Frosinone sono quattro i casi e si tratta di tre ragazzi di rientro dalla Sardegna e un caso di una donna con link ad un caso già noto e isolato. Nella Asl di Latina si registra un caso e si tratta di un contatto di un caso già noto e isolato. Poi Nella Asl di Viterbo sono due i casi e si tratta di due rientri uno dall’Emilia-Romagna e un uomo di nazionalità indiana di rientro dal paese di origine, avviato il contact tracing internazionale. Nella Asl di Rieti un caso e si tratta di un uomo di rientro dalla Spagna” commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.
20 agosto 2020

“Il Covid non è uno scherzo”

“Non mi sorprende affatto che le valutazioni cliniche abbiano spinto i medici al ricovero per alcuni giovani. Il Covid-19 non è uno scherzo e non va sottovalutato. Colpisce indistintamente se non si mettono in atto le necessarie precauzioni. – ha sottolineato D’Amato – L’aumento dei casi è diametralmente collegato al calo di attenzione che c’è stato e a chi ne ha sottovalutato gli effetti. Ovviamente auguriamo un decorso clinico breve e di guarigione per chi si trova in questa fase a vivere l’esperienza del ricovero ospedaliero. Non bisogna abbassare la guardia”.  

In Puglia sono altri 20 nuovi positivi (su 2682 test)

Si mantiene sempre a due cifre il numero dei nuovi contagi da Coronavirus in Puglia. Nelle ultime 24 ore, infatti, a fronte di 2682 test per l’infezione da Covid effettuati,  sono stati registrati 20 nuovi casi positivi: 4 in provincia di Bari; 4 nella provincia BAT; 7 in provincia di Foggia; 3 in provincia di Lecce;  1 in provincia di Taranto ed 1  da fuori regione. Fortunatamente non sono stati registrati decessi

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 276314 test. 3991 invece sono i pazienti guariti. 389 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4935 così suddivisi:

  • 1604 nella Provincia di Bari;
  • 398 nella Provincia di Barletta;
  • 683 nella Provincia di Brindisi;
  • 1285 nella Provincia di Foggia;
  • 637 nella Provincia di Lecce;
  • 291 nella Provincia di Taranto;
  • 37 attribuiti a residenti fuori regione.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno  attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

«Il Dipartimento di Prevenzione ha registrato nelle ultime 24 ore 4 nuovi casi di positività al virus. Tra questi – spiega il Direttore generale dell’Asl Bari Antonio Sanguedolce – vi sono un cittadino rientrato da Malta, due contatti stretti di casi già individuati e tutti sottoposti a sorveglianza epidemiologica domiciliare, e un cittadino straniero, per il quale è stato necessario il ricovero nell’Ospedale “Miulli” di Acquaviva».

Quattro, invece, sono i nuovi positivi nella BAT. «Uno 1 riguarda una persona proveniente dall’Albania, 2 casi sono di giovani rientrati da Malta, per un caso sono ancora in corso le indagini epidemiologiche. Il dipartimento di prevenzione è al lavoro per tracciare tutti i contatti stretti», spiega Il Dg Asl BT, Alessandro Delle Donne.

Asl di Foggia

Gli fa eco il collega della Asl di Foggia, Vito Piazzolla: «Nelle ultime 24 ore abbiamo registrato 7 casi positivi al Covid. 3 sono contatti stretti di un altro caso Covid, che erano già in isolamento. 2 sono stati individuati dall’attività di screening, gli ultimi 2 sono pazienti sintomatici. Per tutti sono state avviate le indagini epidemiologiche per circoscrivere la catena dei contatti».

«Il caso registrato oggi a Taranto riguarda una persona rientrata dalle vacanze in Grecia – aggiunge Il direttore della Asl Taranto Stefano Rossi -, asintomatica, contattata dalla Asl dopo l’autosegnalazione e sottoposta a tampone. I contatti stretti sono già stati messi in isolamento».

«Il Dipartimento di Prevenzione della ASL Lecce ha registrato oggi 3 nuovi casi. Si tratta di una persona rientrata dalla Spagna, di una che ha avuto contatti con un caso positivo residente fuori regione e di un salentino rientrato da un viaggio fuori Puglia. Continuano incessanti le nostre attività di tracciamento per prevenire nuovi contagi», conclude il Dg della Asl Lecce Rodolfo Rollo

In Toscana altri 56 e 3 nuovi positivi tra Livorno e provincia

Tre nuovi contagi in provincia di Livorno (2 a Rosignano, uno a Cecina). Salgono dunque a 514 le persone risultate positive al SARS-CoV-2 da inizio emergenza nel territorio livornese, mentre in Toscana nelle ultime 24 ore si registrano in tutto 59 nuovi casi (ovvero 19 in più al precedente monitoraggio) con un’età media di 34 anni.

Relativamente ai casi odierni, la Regione specifica come “lo stato clinico al momento disponibile è per 37 casi su 59, e risultano per il 51% asintomatici e per il 49% pauci-sintomatici. Delle 59 positività, 17 casi sono ricollegabili a rientri dall’estero, di cui 12 per motivi di vacanza (più 4 contatti). Altri 11 casi – si legge nel bollettino – sono relativi a un cluster rilevato in un centro di accoglienza per migranti, mentre altri 7 sono riferibili a cittadini residenti fuori regione, la cui positività è stata notificata in Toscana. Il 60% della casistica è un contatto collegato a un precedente caso”.

Complessivamente, si tratta di un aumento di casi in termini di percentuale anche se correlato al numero dei tamponi effettuati (positivo l’1,28% dei 4.623 tamponi analizzati contro lo 0,86% di ieri quando i tamponi erano stati 4.627). Nessun decesso da segnalare, invece, nell’ultimo bollettino, con il totale che resta di 1.139: un dato ormai definitivamente superato dalle guarigioni complessive che, con le 4 di oggi, salgono a sono 9.044 (l’82,3% dei casi totali). 

Decessi, guarigioni, ricoveri e terapia intensiva

Continua a crescere il numero dei pazienti in cura in Toscana che sono 801 (+7,08% rispetto al +3,9% fatto registrare ieri e al +4,51% di martedì), in virtù dei 10.984 contagiati da inizio emergenza, 8.927 guarigioni virali (i cosiddetti “negativizzati”, risultati negativi al test ripetuto per due volte a distanza di 24 ore), 117 guarigioni cliniche (senza più sintomi ma non ancora negativizzati) e 1.139 decessi.

Da segnalare, infine, la situazione dei ricoveri che sono complessivamente 29 (4 in più di ieri e 9 in più rispetto al 18 agosto): tra questi sono 24 gli ospedalizzati ordinari (4 in più di ieri) e 5 in terapia intensiva (gli stessi di ieri). In aumento, infine, le persone in isolamento domiciliare (772, ovvero 51 in più rispetto a ieri). 

 In Campania 56 nuovi casi di cui 18 rientrati dall’estero

I positivi al Covid-19 salgono a 5.456 per 53 nuovi casi riscontrati nelle ultime 24 ore su 2.774 tamponi (369.227 dall’inizio della pandemia). Tra i nuovi casi, 12 sono provenienti da estero o contatti di precedenti casi di rientro, riferisce l’Unità di crisi. Il contagio continua a crescere in particolare nelle province di Napoli e Caserta, ma nelle ultime 24 ore riprende forza anche nel salernitano con un caso ad Avellino.

Non ci sono state nuove vittime, dopo le 2 registrate a inizio della scorsa settimana. Il totale resta fermo a 440. Nelle ultime 24 ore non si sono registrati nemmeno  guariti: il bilancio resta fermo a 4.345. Ad un mese dall’apertura delle scuole la tendenza al rialzo dei contagi si conferma ormai consolidata, mentre sono ancora chiuse fabbriche e molti uffici. Sono in corso screening con tamponi e test sierologici su centinaia e centinaia di persone rientrate da oltre confine, in base alla nuova Ordinanza che rende obbligatoria la quarantena automatica per i residenti al rientro (SCARICA il documento in pdf | Ordinanza del Presidente Regione Campania n. 68 del 12/08/2020).

Positivi al coronavirus in Irpinia in risalita per 1 caso a Mercogliano

I positivi al coronavirus in Irpinia salgono a 589 per un caso segnalato a Mercogliano dal Sindaco. Si tratta di una persona rientrata da un viaggio all’estero, precisamente tornata da Malta. Il residente a Mercogliano si trova in isolamento dal suo rientro nella cittadina del Partenio ed è sotto il controllo dell’Asl di Avellino, che ha avviato l’indagine epidemiologica sui possibili contatti.

L’Amministrazione comunale di Mercogliano collabora con l’autorità sanitaria in queste ore e lancia un appello alla cautela e alla prudenza dei cittadini, soprattutto dei più giovani, perché comprendano l’elevato rischio a cui ogni fascia d’età è sottoposta da una pandemia ancora presente in Campania, in Italia e nel mondo. Proprio in questo giorni si sono strette le maglie intorno ai flussi di rientro dall’estero anche in provincia di Avellino. Nel frattempo, il nuovo contagio è risalito stabilmente su livelli mai più visti dall’inizio della Fase 2. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati sul territorio regionale 53 casi, 12 dei quali cittadini rientrati dall’estero. La situazione si conferma preoccupante in tutta Italia, dove oggi si è raggiunto il punto più alto da maggio: 845

POSITIVI AL CORONAVIRUS IN IRPINIA E NELLE ALTRE PROVINCE CAMPANE

Dipartimento della Protezione Civile ha diffuso alle ore 17 di ieri l’aggiornamento relativo ai casi positivi al coronavirus in Irpinia e nelle province della Campania. Ecco i dati:

  • Napoli 3.039 (+27)
  • Salerno 850 (+12)
  • Caserta 719 (+19)
  • Avellino 589 (+1)
  • Benevento 223

Il dato riferisce il riepilogo diffuso dalla Protezione Civile comprendente anche casi confermati.

NELLE ULTIME 24 ORE L’ASL HA ESEGUITO 136 TAMPONI SI RESIDENTI TORNATI DALL’ESTERO

L’Asl di Avellino comunica che nella giornata di oggi sono stati effettuati n. 136 tamponi ai cittadini della provincia di Avellino, a seguito di segnalazione di rientro dall’estero. Di questi: 99 tamponi Avellino; 22 tamponi Ariano Irpino; 15 tamponi Sant’Angelo dei Lombardi. Sono stati effettuati, inoltre, 10 tamponi a domicilio. Nella giornata precedente i tamponi effettuati sono stati 292.

LA SITUAZIONE CLINICA

Nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del nuovo Coronavirus sul territorio regionale, secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute alle ore 17, i pazienti ricoverati con sintomi in Campania sono 56 (+5) in terapia intensiva (stabile), mentre 613 (+58) si trovano in isolamento domiciliare. I casi attualmente positivi, cioè detratti i guariti e i deceduti, sono 671 (+53) contro i 5.456 dall’inizio della pandemia.

Consulta le tabelle – Bollettino Covid-19 20 agosto

Una risposta a “Bollettino Covid-19: i casi in Italia alle ore 18 del 20 agosto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.